Era, la dea regina.
Era spicca naturalmente tra la folla, con l’autostima alle stelle, è in pieno possesso di sé e spesso anche degli altri. La coscienza di Era è più evidente in una donna matura, in cui è facile apprezzare la forza della sua naturale autorità e dignità: è colei che sembra nata per comandare, indipendentemente dall’effettivo stato sociale. Nella seconda metà della sua vita emerge la sua naturale affinità con il potere, è regale, per certi versi arrogante, spesso intemperante, un’Era in pieno fiore trasmette una profonda sicurezza di sé e un ‘incrollabile rettitudine; con le parole di Rider Haggard, è «Colei che deve essere obbedita».